Tutto quello che c'è da sapere sui depositi bancari

Contenuto

Share
Tweet
Share

Il deposito bancario è uno dei prodotti bancari più utilizzati ai fini del risparmio, che consente di guadagnare entrate aggiuntive sotto forma di interessi attivi. Tuttavia, con così tante opzioni disponibili sul mercato, può essere difficile scegliere l'opzione migliore per le tue esigenze finanziarie. Per questo veniamo in tuo aiuto con alcune informazioni che potrebbero aiutarti a fare la scelta giusta.

Come funzionano i depositi bancari

I depositi sono i prodotti adatti per coloro che hanno risparmiato una certa somma di denaro in un determinato periodo di tempo e che non hanno intenzione spenderla.

Il loro funzionamento ha l’obiettivo di soddisfare tre funzioni:

  • monetaria;

  • di custodia;

  • di investimento.

Se si ha già del denaro risparmiato, invece di tenerlo in un conto corrente o, addirittura, in contanti a casa propria, potrebbe essere più vantaggioso depositarlo in banca e guadagnare dagli interessi che si maturano.

Il modus operandi è semplice e consiste in 3 passaggi:

  1. si inizia col vendere la somma di denaro desiderata alla banca (funzione monetaria);

  2. la banca colloca la somma nel deposito prescelto (vigilando sul denaro per assicurarne la custodia);

  3. su richiesta, la banca avrà l’obbligo di restituire il denaro, pagando al depositante, in aggiunta, un interesse cosiddetto atttivo (adempiendo la funzione di investimento), il cui valore può essere influenzato dai fondi depositati, dal periodo scelto, ma anche dal tipo di deposito per cui si opta.

Tipi di depositi bancari

Affinchè i depositi bancari soddisfino le loro principali funzioni, essi vengono divisi principalmente in due tipologie:

  • depositi a vista, detti anche liberi, che consentono al cliente di prelevare il denaro depositato, interamente o in parte, in ogni momento;

  • depositi vincolati, che non permettono di prelevare le somme depositate prima della scadenza concordata da contratto. Per questo motivo, questi sono depositi che garantiscono maggiori profitti.

A loro volta, i depositi a vista sono suddivisi in:

  • depositi a risparmio libero, che prevedono versamenti o prelevamenti di denaro registrati su un libretto di deposito;

  • conti correnti di corrispondenza passivi, ovvero quelli che più comunemente sono chiamati conti correnti, sui quali avviene una massiva movimentazione di denaro da parte del cliente.

E i depositi vincolati sono suddivisi in:

  • depositi a risparmio vincolati a scadenza fissa, che prevedono da contratto una data prima della quale non è opportuno richiedere la restituzione della somma;

  • depositi a risparmio vincolati a scadenza indeterminata, che prevedono un termine di preavviso per poter prelevare il denaro;

  • certificati di deposito, anche detti depositi bancari semplici, in quanto sono semplici certificati emessi dalle banche in cambio di un deposito di denaro, che verrà accreditato al cliente solamente a scadenza, insieme agli interessi attivi maturati.

Condizioni generali per la creazione di un deposito

Indipendentemente dal tipo di deposito che viene scelto, ci sono alcune condizioni generali vanno soddisfatte e che possono differire da una banca all'altra. Ecco le più comuni:

  • Età minima di 18 anni.

  • L'esistenza di un conto corrente presso la stessa banca dove si vuole aprire il proprio deposito.

  • Necessariamente non serve versare un importo minimo. Tuttavia, alcune banche possono richiederlo, ma, in generale, si tratta di poche decine di euro.

I diversi vantaggi monetari di cui puoi godere quando apri un deposito:
  • Commissione di apertura deposito a zero;

  • Commissione di deposito a zero;

  • Zero spese fisse di gestione, ad eccezione dell’imposta di bollo per giacenze superiori ai 5 mila euro;

  • Zero commissioni per la liquidazione del deposito vincolato, ad eccezione della ritenuta fiscale sugli interessi attivi che vengono maturati.

Naturalmente, questi vantaggi possono anche differire da una banca all'altra, quindi è meglio fare le tue ricerche prima di prendere una scelta.

Vantaggi e svantaggi dei depositi bancari

Prima di scegliere di depositare i propri risparmi in un deposito bancario, è bene conoscerne i vantaggi, ma anche gli svantaggi.

In generale, uno dei principali vantaggi dei depositi bancari è che sono considerati tra i modi più sicuri per risparmiare, perché il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) permette un risarcimento dei fondi destinati a deposito, fino a un massimo di 100.000€, nel caso in cui la banca fallisse.

Un altro aspetto positivo è la possibilità di richiedere il proprio conto deposito online, con l'aiuto di piattaforme di comparazione di prodotti bancari. In alternativa, è sempre possibile recarsi presso sportelli bancari per parlare con un consulente.

Per quanto riguarda gli svantaggi, la cosa più importante da considerare con i depositi bancari è la scadenza. Al fine di ottenere più entrate aggiuntive possibili dagli interessi, è bene scegliere un periodo di scadenza il più distante possibile nel tempo. Ciò comporta che, durante il periodo di esistenza del deposito, non si avrà accesso al denaro depositato.

Allo stesso tempo, il più delle volte, gli interessi offerti dalle banche non tengono il passo con l'inflazione. Quindi, anche se si tengono i soldi in deposito, c'è la possibilità che si deprezzino nel tempo. Ecco perchè, prendendosi qualche rischio extra, la scelta migliore sarebbe quella di investire i propri risparmi, in periodi economici caratterizzati da alti tassi inflazione.

Pro
  • consentono di guadagnare entrate aggiuntive senza sforzo;

  • sono tra i modi più sicuri per risparmiare.

Contro
  • durante il periodo di esistenza del deposito non si avrà accesso al denaro depositato;

  • i soldi possono deprezzare nel tempo.

Indipendentemente dal deposito che si sceglie, la creazione di un deposito favorisce entrate aggiuntive, senza alcuno sforzo. Inoltre, la presenza di varie tiplogie di deposito permette la personalizzazione del servizio, in risposta alle esigenze personali.

Autore:
General Manager
Emil Kjær
General Manager

Emil usa la sua esperienza per fare la differenza nel settore finanziario. Ha studiato presso la Southern Denmark University, in Danimarca, ed è direttore generale di Intelligent Banker dal 2013, dove ha aiutato più di 500.000 utenti di tutto il mondo con le loro esigenze finanziarie.

Copyright © 2024 Moneezy - All Rights Reserved